Studio Cantu Commercialista

Servizio professionale

 

Questo Studio è nato dalla precisa volontà di fare bene il proprio lavoro mettendo il cliente al centro dell'attenzione. Può anche essere che non sempre ci si sia riusciti, ma nessuno potrà mai affermare che abbiamo anteposto i nostri interessi a quelli del cliente.

You are here: Home News News 2008
  • Decrease font size
  • Default font size
  • Increase font size
News 2010 Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 29 Gennaio 2010 15:41

La possibilità di trasmettere entro il 5 ottobre 2010 i modelli UNICO 2010 non comporta il differimento degli adempimenti fiscali connessi al “termine di presentazione” dei modelli annuali di dichiarazione, che dovranno essere eseguiti facendo riferimento esclusivamente alla data “ordinaria” del 30 settembre 2010.

28-12-2010 - Spesometro (03). - E' stato pubblicato (il 22 dicembre scorso) il provvedimento dell'Age con il quale sono state indicate le modalità di applicazione dello spesomentro. In buona sostanza esso andrà a regime dal primo maggio 2011, anche se di fatto è operativo già da oggi con tante eccezioni e limiti. In ogni caso si tratta di una svolta molto importante nella lotta all'evasione anche se costituirà l'ennesimo aggravio contabile per gli imprenditori.

23-12-2010 - Tasso legale. - A fare data dal 01 gennaio 2011 il tasso legale passerà dall'1% al 1,5%, lo ha stabilito il DM del 7 dicembre scorso. Tale provvedimento avrà anche riflessi in termini di maggior costo del ravvedimento operoso.

18-12-2010 - Spesometro (02). - Dovrebbe salire a 25.000 euro la soglia delle operazioni “B2B” oltre la quale occorre effettuare la segnalazione, contro i 3.500 euro previsti. Merito delle Associazioni di categoria che avevano evidenziato come, la mancanza di istruzioni tempestive da parte del Ministero, potevano creare grossi problemi a chi non aveva gestito un monitorato in maniera adeguata. Ora bisognerà vedere se tale soglia sarà o meno comprensiva di Iva (si spera di no). Ricordo che le operazioni “B2B” rilevanti del 2010 dovranno essere comunicate in via cumulativa nel 2011 (ottobre?). Resterebbe invariato invece il limite di 3.500 per le operazioni tra consumatori e clienti finali.

14-12-2010 - Compensi agli amministratori. - Secondo la corte di cassazione (sentenza 24957) è necessario un verbale del consiglio e dell'assemblea (appositi) per potere effettuare e detrarre legittimamente il pagamento del compenso degli amministratori dell'anno "n" entro il 12 gennaio dell'anno "n+1".  

10-12-2010 Spesometro (01). - Nasce lo spesometro e già alcuni iniziano a chiedersi cos'è e come funziona. E' un'arma micidiale che rileva le spese sia dei privati che dei soggetti iva seppure con limiti diversi. Esempio facile-facile: il negoziante che, nel 2011 venderà al Signor Rossi un divano da 5.000 euro, dovrà farsi dare il codice fiscale e prepararsi a segnalarlo all'Age. L'Age poi verificherà se ci sono degli scostamenti importanti tra il reddito dichiarato e le spese effettuate dal Signor Rossi. Se così sarà il Rossi sarà inserito nelle liste selettive di controllo.

03-12-2010 - Redditometro (03). - Il diretto dell'Age ha comunicato che verrà effettuata la verifica sulla base del redditometro per coloro che chiederanno ra riduzione dei costi di alcune prestazioni tramite  il modello ISEE. Tutto giusto, ma siamo sicuri che non si andranno a vessare i soliti "noti" anzichè scovare i veri evasori?  

29-11-2010 - Stress da lavoro correlato. - Entro la fine del corrente anno dovrà essere effettuata va valutazione dello stress lavoro-correlato: un'ottima cosa sulla quale sarebbe bello sapere cosa ne pensano i lavoratori cinesi (sempre che gli lascino il tempo di compilare il questionario). Detto questo, occuparsi di questa "pratica" comporterà alcuni delicati passaggi quali a) efftuuare la valutazione preliminare, b) attuare le misure correttive. Detto così sembra tutto facile, ma ricordo che la fase a) comporta il rischio di violare il ditto alla privacy, cosa per cui raccomando estrema attenzione nella redazione delle domande che servono a trarre degli indicatori utili a comprendere se si debba passare alla fase b). Suggerisco a tutti di affidarsi a personale specializzato o documentarsi attentamente sui diversi siti dedicati. Infine ricordo che sul documento va apposta la data certa.

16-11-2010 - Redditometro. - A marzo 2011 pronto il nuovo redditometro Nel convegno sull'integrazione con l'anagrafe tributaria, svolto il 15 novembre a Roma, il direttore dell'Agenzia delle entrate, Attilio Befera, ha colto occasione per parlare del nuovo strumento di accertamento sintetico: il redditometro. Lo scorso maggio 2010 sono state presentate le linee guida sullo strumento e ora stanno per essere convocate le categorie professionali, che dovranno stilarne i primi prototipi. L'obiettivo è rendere operativo il nuovo redditometro a partire dal prossimo mese di marzo: con le dichiarazioni dei redditi presentate nel 2010, che riportano i dati relativi al periodo d'imposta 2009. Attualmente, si lavora sul modello per avere certezza che, messo in pratica, non possa dar adito a critiche. Partendo dall'analisi di campioni significativi di contribuenti, si tenta di capire come valutare la relazione tra il reddito e le voci indicative di capacità di spesa, riferite al singolo contribuente e all'intera famiglia. Il nuovo strumento di accertamento, che presenta molte analogie con il metodo degli studi di settore, ha come scopo quello di individuare il reddito complessivo del contribuente in modo sintetico e automatico a prescindere dalle singole categorie reddituali. Il direttore Befera, nel riferire il contributo dato alla lotta contro l'evasione dai Comuni, ha auspicato che con l'introduzione di questa nuova forma di redditometro si possano raggiungere risultati più significativi degli attuali. Infatti, finora l'apporto dato dagli Enti locali alla lotta contro l'evasione è risultato praticamente inconsistente: sono pervenute all'Agenzia solo 11mila segnalazioni e 19milioni di euro accertati. Befera ha, inoltre, annunciato che presto sarà emanato il decreto per l'attribuzione agli Enti locali degli incassi prodotti dall'azione di contrasto. (Fonte AIDC)

13-11-2010 Accertamento registro-II.DD.. - La Corte di Cassazione con sentenza n. 22793 del 09 novembre ha sancito che il valore di un terreno oggetto di compravendita, accertato ai fini dell’imposta di registro, può essere preso a base per un accertamento del plusvalore ai fini delle II.DD.
 
10-11-2010 - Nuovo modello 770. -
Le categorie professionali sono ancora in attesa della proorga della entrata in vigore del nuovo modello 770 che moltiplicherà per 12 (scusate per 13!) gli adempimenti dei sostituti. Di questo nuovo, autentico delirante adempimento, di cui non si sentiva certamente il bisogno ci si aspettava la proroga dell'adempimento, prevista a gennaio prossimo. Invece, con l'occasione l'Age, in occasione di un recente incontro, ha proposto un nuovo modello (alla faccia della trasparenza e concertazione). estazioni.  Ricordo che il nuovo adempimento si sostanzia in dodici denunce mensili e di una denuncia annuale che perfeziona la fattispecie di dichiarazione.

05-11-2010 - Legge di stabilità (01). - La legge di stabilità (ex legge finanziaria) perderà probabilmente il finanziamento alla detrazione del 55%: peccato era una delle poche cose fiscalmente apprezzabili. Ovviamente è facile prevedere un'esplosione dell'evasione in un settore quale qello delle energie rinnovabili proprio mentre tutte le statistiche ne accertano l'incremento. 

30-10-2010 - Irap e studi associati. - La Cassazione con sentenza depositata ieri ha sancito che gli stdui professionali associati sono sempre soggetti ad IRAP, indipendentemente dalla struttura organizzativa della quale si avvalgono per l’esercizio dell’attività (ordinanza n. 22212, del 29 ottobre 2010).

27-10-2010 - Proroga del 5 ottobre. ATTENZIONE! L'Age ha chiarito che lo spostamento della data al 5 ottobre scorso per inviare le dichiarazioni dei redditi NON costituisce un differimento degli adempimenti fiscali connessi al “termine di presentazione” dei modelli annuali di dichiarazione. I termini (per ravvedimenti, dichiarazioni integrative, eccetera, resta inderogabilmente fissato a quello originario del 30 settembre 2010.

22-10-2010 - IRAP agenti. - Come affermato nella nwes del 12 ottobre scorso la confusione è sovrana, e difatti ecco la smentita dalla Cassazione: l'agente è soggetto ad irap solo se c'è autonoma organizzazione. Lo prevede appunto la sentenza della Cassazione n. 21578, di ieri, 21 ottobre 2010.

20-10-2010 -  IRAP professionista con dipendente part-time. - Non è esente da irap e quindi non spetta il rimborso dell’IRAP al professionista che, nell’esercizio della propria attività, si avvale anche di una sola apprendista part time. Lo ha sancito la Corte di Cassazione con la sentenza n. 21563, depositata ieri, 20 ottobre 2010.

16-10-2010 - Scomputo ritenute subite. - Nuova importante vittoria sul fronte della riconoscibilità delle ritenute subite.  Il contribuente/sostituito che, dopo aver subito la ritenuta non riceva la certificazione, non perde il diritto allo scomputo, sempre che dimostri, senza limitazioni nell’oggetto della prova, che la ritenuta è stata effettuata (Commissione tributaria provinciale di Treviso, 22 settembre 2010 n. 105).

12-10-2010 - Irap agenti. -  La Commissione tributaria regionale di Milano, con la sentenza n. 189 del 10 settembre 2010, ha affermato che gli agenti e i rappresentanti di commercio sono sempre soggetti ad IRAP, a nulla rilevando l’organizzazione della quale si avvalgono per lo svolgimento della loro attività. E' una sentenza non condivisibile anche alla luce delle recenti circolari dell'Age e sintomatica della confusione che oramai regna sovrana.

10-10-2010 - Proroga detrazione iva auto. - E' stata prorogata la detrazione IVA ridotta del 40% sulle spese relative alle autovetture aziendali e professionali sino al 31 dicembre 2013. È questo il contenuto della proposta di decisione del Consiglio europeo, formulata dalla Commissione europea il 4 ottobre 2010.  su richiesta italiana del 18 febbraio scorso. Tale percentuale vale  sulle spese relative ai veicoli stradali a motore non utilizzati esclusivamente per scopi imprenditoriali o professionali.

30-09-2010 - Invio telematico dichiarazioni. - L'Age con comunicato di oggi ha disposto il differimento al 5 ottobre del termine per l'invio telematico delle dichiarazioni a causa di problematiche intervenute sui suoi server. 

29-09-2010 - Redditometro (2). - L'Age sta predisponendo il nuovo redditometro.  Era ora. Soggetti che dichiarano redditi irrisori e dispongono di beni e servizi per importi ben superiori dovranno giustificare la provenienza delle loro entrate. Ricordo che il redditometro riguarda le persone fisiche (anche coloro già assogettati agli studi di settore). L'unico rammarico è che sembra oramai chiaro che l'Age ha intenzione di usare il redditometro come strumento accertativo di massa (vanificando così la sua vera natura che dovrebbe servire a stanare i veri grandi evasori).

24-09-2010 - Unico e Revisore contabile. - La mancata firma della dichiarazione da parte del soggetto incaricato del controllo contabile rende nulla la dichiarazione. Tale nullità può essere sanata nei 30 giorni successivi all'invito da parte dell'Age. ... Suggerisco di non attendere l'invito.

19-09-2010 - EE.LL. e credito iva. - Per l'asseverazione del credito iva da compensare negli enti locali è sufficiente la firma del revisore sulla dichiarazione. Lo afferma la risoluzione ministeriale n. 90 di ieri. Non è quindi necessario per i comuni chiedere l'asseverazione di un professionista (e sostenere il costo). 

10-09-2010 - Interessi di mora. - L'age con comunicazione n.124566 del 7 settembre scorso ha disposto la diminuzione del tasso per l'applicazione degli interessi dimora: esso sarà pari al 5,7567 in ragione d'anno. Tale tasso potrà essere applica dal 01 ottobre prossimo.

09-09-2010 - Cessione d'azienda ed imposte dirette. - La assazione con recente sentenza del 23 agosto ha affermato che il valore accertato dall'Age ai fini dell'applicazione dell'imposta di registro vale anche ai fini delle imposte dirette, spettando al contribuente l'onere di dare prova contraria. 

06-09-2010 - Studi di settore e crisi economica. - La Cassazione con recente sentenza (31.08.2010) ha affermato che  "poiché l’accertamento basato sugli studi di settore è riferito ad una situazione “standard”, secondo i Giudici qualora lo scostamento da Gerico sia motivato dalla situazione di crisi riscontrata nel settore di appartenenza, la richiesta dell’Ufficio è illegittima."

04-09-2010 - Ritenuta sulle ristrutturazioni. - L'Age è recentemente intervenuta per chiarire i seguenti punti sull'applicazione della ritenuta d’acconto del 10% sui pagamenti relativi ad interventi di recupero del patrimonio edilizio o di risparmio energetico: a) la base imponibile è costituita dall’importo del bonifico (comprensivo dell’IVA e “decurtato” dell’IVA del 20%; b) nei casi in cui è applicata tale ritenuta del 10%, sul medesimo importo non si applicano le ritenute di cui al DPR n. 600/73; c) in sede di prima applicazione della nuova norma, non saranno irrogate sanzioni per le eventuali violazioni commesse.

02-09-2010 - Accertamento induttivo sui famigliari dell'imprenditore. - La corte di Cassazione con sentenza del 23 luglio 2010 ha affermato che " L’accertamento induttivo basato sui movimenti bancari del familiare del contribuente (nel caso specifico la moglie di un imprenditore) è legittimo, a condizione che vi siano presunzioni (anche semplici) gravi, precise e concordanti che riconducano detti conti all’impresa. In tali casi spetta all’imprenditore dimostrare che i movimenti sul c/c del familiare non sono riconducibili all’attività d’impresa."

04-08-2010 -  Ferie. A fare data da oggi e sino all'1 settembre prossimo lo Studio Cantù va meritatamente in ferie. Ci riaggiorniamo tra venticinque giorni, grazie di seguirci sempre numerosi. Francesco Cantù.

31-07-2010 - L'Inps e i soci delle Srl (commento) - Come tutti dovrebbero supporre, se un soggeto versa dei contributi per una gestione previdenziale, non dovrebbe essere obbligato a farlo anche per un'altra, ed in questo senso si era espressa recentemente la Corte di Cassazione. Bontà dell'Inps, e del Governo, si è deciso che "non è vero nulla" e che quindi i soci di Srl che prestano la loro attività nella società e percepiscono un compenso come amministratore devono versare alla gestione inps sia  commercianti/artigiani che alla gestione separata. Della serie .... l'importante è portare a casa soldi. 

29-07-2010 - La SCIA (Segnalazione certificata di inizio attività) - La Scia è stata dichiarata complementare a "Comunica" (entrata in vigore lo scorso 01 aprile 2010). Si ricorda che  dal 1^ di aprile è necessaria la presentazione al registro imprese del modello che raccoglie gli adempimenti previsti per l’iscrizione alla Cciaa, Inps, Inail, Fisco. A seguito dell’invio della comunicazione il sistema rilascia una ricevuta che costituisce titolo per l’avvio immediato dell'attività. Con tutti i problemi che genera "Comunica" (che ricordo è un banale assemblaggio di quattro files in uno, speriamo che non se ne sommino di nuovi).

27-7-2010 - Nuovi termini di pagamento per il mese di agosto. - Come d'abitudine vengono rinviati i termini di pagamento che scadono nel mese di agosto, i termini previsti nelle prime tre settimane di agosto saranno rinviati al 20. Tale previsione è contenuta in un decreto, che dovrebbe essere varato imminentemente. Ovviamente dovrebbero essere esclusi dal differimento i versamenti in scadenza il 31 luglio che slittano al 2 agosto e quelli in scadenza il 5 agosto che riguardano i contribuenti oggetto degli studi di settore.

26-07-2010 - La manovra finanziaria 2010 (10) Varie. -  a) Comune di Roma. Per attenuare il rosso nel bilancio capitolino, arriveranno 300 milioni l'anno, a decorrere dal 2011. I soldi in più, potranno essere reperiti con un'addizionale sui diritti di imbarco dei passeggeri di aerei in partenza dagli aeroporti romani fino a un massimo di un euro per passeggero, con un aumento dell'Irpef, fino al massimo dello 0,4 per cento. Questi soldi dovranno confluire in un apposito fondo ed essere utilizzati solo per ridurre il disavanzo di gestione dell'ente. Il comune di Roma dovrà poi tagliare poltrone e stipendi troppo alti, razionalizzare le proprie partecipazione societarie e introdurre un contributo di soggiorno per i turisti, fino al massimo di 10 euro per notte. b) Irap. Possibilità per Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia di modificare le aliquote dell'imposta sulle attività produttive, con proprie leggi, fino ad azzerarle o a concedere esenzioni, detrazioni e deduzioni relative alla stessa imposta, in favore delle nuove iniziative produttive. Le leggi regionali dovranno rispettare la normativa Ue in materia di aiuti di Stato e gli orientamenti della giurisprudenza della Corte di giustizia europea. Con Dpcm, d'intesa con ciascuna delle regioni, sarà stabilito il periodo d'imposta a decorrere dal quale si applicano le disposizioni. c) Imprese “apri e chiudi”. Arriva una specifica azione di vigilanza fiscale sulle cosiddette imprese "apri e chiudi". La norma prevede che le imprese che cessano l'attività entro un anno dall'inizio siano considerate ai fini delle posizioni da sottoporre a controllo da parte dell'Agenzia delle entrate, della Gdf e dell'Inps. Lo scopo è quello di assicurare una vigilanza sistematica su queste situazioni a rischio di evasione e frode fiscale e contributiva.

25-07-2010 La manovra finanziaria 2010 (09) Obblighi Inps per gli amministratori. - Per quanto concerne l’individuazione degli obblighi contributivi facenti capo ai soci lavoratori di S.r.l. che, al contempo, siano anche amministratori, il D.L. 78/2010, escludendo gli iscritti alla Gestione separata Inps dall’ambito applicativo dell’art. 1, co. 208, L. 662/1996, sancisce il principio della doppia imposizione contributiva, sia nella Gestione dei commercianti che nella Gestione separata ex L. 335/1995, in capo ai soci lavoratori e amministratori di S.r.l. commerciale.
Questo intervento va in senso contrario a quanto statuito dalla Corte di Cassazione a Sezioni Unite con la Sentenza 12.2.2010, n. 3240.

23-07-2010 - La manovra finanziaria (08) Antiriciclaggio. - Il D.L. 78/2010 interviene anche in materia di limitazione all’uso del denaro contante, assegni e titoli al portatore. In particolare, il limite passa da euro 12.500 a euro 5.000; • a partire dal quale sarà vietato il trasferimento di denaro contante o di libretti di deposito bancari o postali al portatore o di titoli al portatore in euro o in valuta estera, effettuato a qualsiasi titolo tra soggetti diversi. Per tali trasferimenti sarà, quindi, necessario ricorrere ad intermediari finanziari (provvedendo, ad esempio, tramite un bonifico); • a partire dal quale gli assegni bancari e postali dovranno recare l’indicazione del nome o della ragione sociale del beneficiario e la clausola di non trasferibilità; • fino al quale potrà essere richiesto, per iscritto, il rilascio di assegni circolari, vaglia postali e cambiari senza clausola di non trasferibilità; • sotto il quale deve essere mantenuto il saldo dei libretti di deposito bancari o postali al portatore. Ai titolari di libretti di deposito bancari o postali al portatore con saldo pari o superiore a euro 5.000, inoltre, è imposto l’obbligo di estinzione, ad opera del portatore, ovvero di riduzione del saldo ad una somma non eccedente il predetto importo, entro il 30.6.2011.

21-07-2010 - La manovra finanziaria (07) Contratti d'affitto: dati catastali e certificazione energetica. - Dall’1.7.2010 la richiesta di registrazione di contratti di locazione o affitto di beni immobili siti in Italia e relative cessioni, risoluzioni e proroghe anche tacite (stipulati in forma orale o scritta) deve contenere anche l’indicazione dei dati catastali degli immobili. L’omissione o l’indicazione dei dati in modo errato «è considerata fatto rilevante ai fini dell’applicazione dell’imposta di registro» e dunque viene punita con la sanzione stabilita dall’art. 69, D.P.R. 131/1986 per la mancata registrazione del contratto (dal 120% al 240% dell’imposta dovuta per la registrazione).  Inoltre, sempre a partire dal 01.07.2010, per tutti i contratti di locazione, locazione finanziaria e di affitto di azienda, comprensivo di immobili sjano essi nuovi o rinnovati devono essere riprodotti gli attestati di certificazione energetica. L'attestato di certificazione energetica deve essere consegnato dal proprietario al conduttore all'atto di stipulazione del contratto (o entro la data in cui è previsto il rinnovo tacito), in copia dichiarata conforme all’originale. L’attestato di certificazione energetica deve essere depositato in comune che ne rilascia una copia timbrata per accettazione; Ha validità di dieci anni dalla data del deposito; Sanzione per locatori inadempienti: da € 2.500 a € 10.000. Sono esclusi dall'obbligo di dotarsi dell'Attestato di' Certificazione Energetica: gli immobili ricadenti nell’ambito dei Codici dei Bni Culturali e del Paesaggio; gli immobili che devono essere sottoposti a solo restauri e risanamento conservativo; i fabbricati industriali, artigianali e agricoli , qualora vengano mantenuti a temperatura controllata per esigenze produttive; i fabbricati isolati con superficie utile totale inferiore a 50 metri quadrati; gli edifici privi di impianto di riscaldamento.

19-07-2010 - La manovra finanziaria (06) Imprese in perdita sistematica. - Le aziende che presentano dichiarazioni in perdita – per cause diverse dall’erogazione di compensi ai soci e agli amministratori – per più di un periodo d’imposta saranno inserite in speciali liste di controllo.

17-07-2010 - La manovra finanziaria (05) Ritenuta d'acconto sui bonifici che consentono la la detrazione del 36% e 55%. - Dall’1.7.2010 le banche e le Poste Italiane S.p.a. operano una ritenuta d’acconto delle imposte sul reddito nella misura del 10% dovuta dai beneficiari all’atto dell’accredito dei pagamenti relativi a bonifici effettuati dai contribuenti per beneficiare di oneri deducibili o detraibili (ad esempio, detrazione del 36% per ristrutturazioni edilizie e detrazione del 55% per gli interventi di risparmio energetico). In altre parole, i soggetti che eseguiranno operazioni per le quali il committente beneficia di una deduzione/detrazione incasseranno l’importo spettante al netto della predetta ritenuta del 10% a titolo di acconto. Con apposito Provvedimento saranno individuate le tipologie di pagamenti interessati da tale disposizione e le modalità di certificazione e dichiarazione delle ritenute operate.
 
16-07-2010 - Torniamo on line -
Dopo qualche mese torniamo online con le news. Ci scusiamo con i clienti ed il web in genere che per un po' non ci hanno letto. Spero che ci riconfermerete la vostra attenzione.

14-07-2010 - La manovra finanziaria (04) Riscossione esecutiva derivante dall'accertamento. - Il sistema di riscossione delle imposte sui redditi e dell’Iva – ove la pretesa derivi da avvisi di accertamento – viene riformato, mediante la trasformazione degli avvisi di accertamento in titoli esecutivi. In particolare, relativamente agli avvisi di accertamento e ai connessi provvedimenti di irrogazione delle sanzioni emessi dall’Agenzia delle Entrate notificati dall’1.7.2011 e relativi ai periodi d’imposta in corso al 31.12.2007 e successivi, gli stessi conterranno anche l’intimazione ad adempiere al pagamento entro il termine di presentazione del ricorso (60 giorni). Tali atti e provvedimenti diventano esecutivi all’atto della notifica e devono riportare l’avvertimento che, dopo 30 giorni dalla scadenza per il pagamento, la riscossione (derogando alle norme in materia di iscrizione a ruolo) è affidata agli agenti della riscossione (Equitalia) anche ai fini dell’esecuzione forzata, con le modalità determinate con Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate. Regole similari valgono anche per la riscossione dei crediti Inps. Infatti, dall’1.1.2011 l’avviso di addebito dell’Istituto notificato al debitore acquisirà valenza di titolo esecutivo.

12-07-2010 - La manovra finanziaria (03) Divieto di autocompensazione di somme iscritte a ruolo. - Dall’1.1.2011 chi ha debiti scaduti non può utilizzare i crediti vantati in compensazione orizzontale (con Modello F24). In particolare, la compensazione dei crediti relativi ad imposte erariali è vietata fino a concorrenza dell’importo dei debiti di ammontare superiore a euro 1.500, iscritti a ruolo per imposte erariali e relativi accessori e per i quali è scaduto il termine di pagamento. È, invece, ammesso il pagamento, anche parziale, delle somme iscritte a ruolo per imposte erariali e relativi accessori mediante la compensazione dei crediti relativi alle stesse imposte: con un apposito decreto ministeriale saranno disciplinate le modalità relative. Al fine di consentire all’Amministrazione finanziaria di ridurre significativamente i tempi medi di notifica delle cartelle di pagamento, viene prevista la possibilità, per l’agente della riscossione, di notificare al contribuente la cartella di pagamento anche mediante posta elettronica certificata (PEC). La previsione è inserita nel nuovo art. 26, co. 1-bis, D.P.R. 602/1973.

10-07-2010 - La manovra finanziaria (02) Nuovo Redditometro. - Viene completamente rivisto l’accertamento presuntivo (cd. sintetico) utilizzato per ricostruire la situazione reddituale delle persone fisiche. L’accertamento sintetico potrà fondarsi sulle spese di qualsiasi genere sostenute nel corso del periodo d’imposta, salva la prova che il relativo finanziamento sia avvenuto con redditi diversi da quelli posseduti nello stesso periodo d’imposta, o con redditi esenti o soggetti a ritenuta alla fonte a titolo d’imposta o, comunque, legalmente esclusi dalla formazione della base imponibile. L’accertamento sintetico può scattare a condizione che il reddito complessivo accertabile, anche relativamente ad un unico periodo d’imposta, ecceda di almeno il 20% quello dichiarato (in precedenza era richiesto lo scostamento di almeno il 25% per due o più periodi d’imposta). Si terrà conto del nucleo familiare e del contesto territoriale.
l’Ufficio, prima di procedere alla determinazione sintetica del reddito complessivo, ha l’obbligo di invitare il contribuente a comparire di persona o per mezzo di un rappresentante, per fornire dati e notizie rilevanti ai fini dell’accertamento e, successivamente, di avviare il procedimento di accertamento con adesione.

07-07-2010 - La manovra finanziaria (01) Partecipazione dei comuni all'attività di accertamento. - Viene prevista la partecipazione necessaria dei Comuni all’attività di accertamento sintetico. In questo modo i Comuni diventano protagonisti della lotta all’evasione.
Inoltre, l’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione del Comune le dichiarazioni dei redditi dei contribuenti ivi residenti e, prima dell’emissione degli avvisi di accertamento da redditometro, invierà una segnalazione al Comune di domicilio fiscale dei soggetti passivi, il quale, entro 60 giorni, dovrà comunicare ogni elemento in suo possesso, utile alla determinazione del reddito complessivo del soggetto accertato. Dalla loro attività di partecipazione alla lotta all’evasione tributaria, i Comuni avranno un incentivo economico: incasseranno il 33% (in luogo della precedente misura del 30%) delle maggiori somme riscosse a titolo definitivo anche grazie al loro intervento.

 17-03-2010 - Accertamento sintetico e redditometro (1) - L'Age con recente circolare (la n.12) ha effettuato alcune precisazioni sui requisiti che caratterizzano i due criteri di "accertamento". Ciò che emerge con chiarezza è la differenze del criterio di determinazione della capacità reddituale del contribuente. Infatti se il redditometro prende a base del calcolo i beni posseduti, l'accertamento sintetico prende in esame le spese sostenute. 

09-03-2010 - Massimali Enasarco - I massimali Enasarco per l'anno 2010 sono stati stabiliti nelle seguenti misure. Agente plurimandatario: il massimale provvigionale annuo per ciascun preponente è pari ad € 15.810,00; il minimale contributivo annuo per ciascun preponente è pari ad € 396,00. Agente monomandatario: il massimale provvigionale annuo è pari ad € 27.667,00; il minimale contributivo annuo è pari ad € 789,00.

28-02-2010 - Tassi di interesse - È stato pubblicato sulla G.U. 18.2.2010, n. 40 il Comunicato del Ministero dell’Economia e delle Finanze con il quale sono individuati i tassi di interesse applicabili ai ritardati pagamenti nel periodo 1.1 – 30.6.2010: 8% (1% + maggiorazione del 7%) per la vendita dei prodotti in genere; • 9% (1% + maggiorazione dell'8%) per la vendita di alimenti deteriorabili.

18-02-2010 - Modelli intrastat - Nessuna sanzione sui modelli intrasta del primo trimo trimestre e dei mesi da gennaio a maggio 2010. In ossequio allo statuto del contribuente ed in considerazione della estrema incertezza nella applicazione, lo ha disposto l'Age  con la circolare n. 5/E diffusa ieri. Invitiamo a leggere la suddetta circolare perchè le attenuanti sono concesse a determinate condizioni.

14-02-2010 - La finanzaria in pillole (08) - SCHEDA DI TRASPORTO. Circolare Ministeri dell’Interno e dei Trasporti, prot. n. 104497 del 03.12.2009 - La nuova circolare chiarisce che la scheda trasporto può essere redatta dal committente ovunque egli si trovi. L’individuazione del luogo di compilazione prescinde, pertanto dal luogo in cui ha sede legale l’impresa, da quello ove la stessa ha sede operativa, dal luogo di carico della merce. Considerato, inoltre, che il soggetto che compila materialmente la scheda trasporto è dipendente o ha un rapporto di collaborazione con l’impresa committente, al fine di agevolare le procedure di compilazione della scheda, la circolare ministeriale consente a questi di apporre un semplice timbro dell’azienda committente nello spazio riservato alle generalità del compilatore e nel riquadro dedicato alla firma dello stesso soggetto. La circolare ricorda che la scheda trasporto può essere compilata dagli altri soggetti della filiera (caricatore, proprietario della merce), naturalmente diversi dal vettore, che il committente ha espressamente delegato alla compilazione. Il Ddt può essere sostituibile alla scheda di trasporto qualora contenga tutti i dati e le indicazioni richiesti nella scheda di trasporto; in mancanza, dovrà essere compilata la scheda di trasporto.

12-02-2010 - La finanziaria in pillole (07) - SCOMPUTO RITENUTE ASSOCIATI E SOCI. Secondo la circolare n.56/E del 23 dicembre 2010 dell’Ag.delle Entrate “Le ritenute operate sui redditi delle società, associazioni e imprese indicate nell’articolo 5 Tuir si scomputano, nella proporzione ivi stabilita, dalle imposte dovute dai singoli soci, associati o partecipanti”. In pratica, sulla base di un’interpretazione meramente letterale, le ritenute subite dall’associazione vengono imputate per trasparenza ai singoli associati che potranno considerarle in diminuzione dalle imposte dovute a titolo personale. L’utilizzo in compensazione dei predetti crediti da parte dell’associazione o di una società di persone richiede comunque l’assenso preventivo da parte dei soci o associati.

08-02-2010 - Contributo gestione separata inps.  Ricordo che, con decorrenza 2010 l’aliquota INPS  per gli iscritti alla Gestione separata INPS aumenta dell'1% (dal 25,72% al 26,72%) mentre per coloro che godono di altra copertura previdenziale l'aliquota resta invariata al 17%. Ricordo inoltre che il massimale (oltre al quale il contributo non si applica) è pari a € 92.147

05-02-2010 - Inps ed interesse legale - L'Inps con circolare n. 12 del 02 febbraio ha recepito la riduzione del tasso legale applicato. Dal primo gennaio 2010 esso sarà pari all'1%.

30.01.2010 - La finanziaria in pillole (06) - COMUNICAZIONE TELEMATICA AG.ENTRATE AGEVOLAZIONE 55% entro il 31.03.2010: L’invio riguarda solo le spese sostenute a partire dal periodo d’imposta 2009 e quando i lavori sono proseguiti oltre il periodo d’imposta nel quale sono iniziati. Tale comunicazione all’Agenzia delle Entrate non sostituisce quella da trasmettere all’Enea entro 90 gg. dalla fine dei lavori. Il contribuente che, con lavori a cavallo dell’anno, intende usufruire dell’agevolazione già nella dichiarazione del periodo, deve continuare ad attestare che i lavori non sono stati ultimati nell’anno precedente anche prima della comunicazione di fine lavori all’Enea.

27-01-2010 - Compensazioni Iva (01) - Durante la riunione di "telefisco" l'Age ha affermato che, i professionisti chiamati dai loro clienti a rilasciare il visto di conformità, dovranno redigere e conservare i fogli di lavoro attestanti l'attività dio lavoro svolta. Il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ha rilassciato una check-list alla quale fare riferimento (l'indirizzo lo trovate in questo sito nei "link dello studio"). In caso di attestazione di credito annuale IVA da parte del Collegio sindacale è necessario che la verifica porti data anteriore al rilascio del visto.

24.01.2010 - La finanziaria in pillole (05) - COMMERCIO AMBULANTE – Documento unico di regolarità contributiva: le Regioni possono stabilire – nell’esercizio della potestà normativa loro riconosciuta in materia di disciplina delle attività economiche – che l’autorizzazione all’esercizio del commercio al dettaglio ambulante sia soggetta all’obbligo di presentazione da parte del richiedente del Documento unico di regolarità contributiva (Durc).

20.01.2010 - La finanziaria in pillole (04) - SPESE DI RICERCA E SVILUPPO – Credito d’imposta: l’autorizzazione di spesa per il credito d’imposta per le spese di ricerca e di sviluppo è incrementata di e 200.000.000 per ciascuno degli anni 2010 e 2011. Un successivo decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze individuerà le tipologie degli investimenti agevolati e i soggetti beneficiari.

18-01.2010 - La finanziaria in pillole (03) - RIVALUTAZIONE DI TERRENI E PARTECIPAZIONI – Riapertura dei termini: vengono “riaperti” i termini per la rideterminazione dei valori di acquisto di terreni agricoli ed edificabili e di partecipazioni non quotate. In particolare, è possibile la rivalutazione con riferimento a terreni e partecipazioni posseduti all’1.1.2010. Le relative imposte sostitutive possono essere rateizzate (massimo 3 rate) a decorrere dal 31.10.2010. Entro tale termine dev’essere anche redatta e giurata la perizia di stima.

15-01-2010 - La finanziaria in pillole (02) - RECUPERO EDILIZIO – Detrazione irpef 36%: è prorogata al 2012 la detrazione Irpef spettante per le spese di recupero edilizio (36% delle spese sostenute per un importo massimo di e 48.000). Tale proroga si applica alle spese relative a unità immobiliari a prevalente destinazione abitativa privata, a quelle eseguite su interi fabbricati da imprese di costruzione o ristrutturazione o da cooperative edilizie purché queste provvedano all’alienazione o assegnazione dell’immobile entro il 30.6.2013. Aliquota iva agevolata: è disposta a regime l’applicazione dell’aliquota Iva agevolata del 10% sulle prestazioni relative ad interventi di recupero e ristrutturazione edilizia appositamente individuati.

11-01-2010 - La finanziaria in pillole (01) - RIDUZIONE ACCONTO IRPEF 2009 – Recupero dell’eccedenza versata:  con riferimento alla riduzione di 20 punti percentuali dell’acconto Irpef 2009, i contribuenti che alla data del 24.11.2009 avevano effettuato un maggior versamento, usufruiscono di un credito d’imposta utilizzabile in compensazione. Se l’acconto è stato trattenuto e versato in eccesso dai sostituti d’imposta, l’eccedenza viene restituita ai contribuenti con il pagamento degli emolumenti di dicembre 2009. Ovviamente si può anche non fare nulla lasciando il maggior importo versato sui saldi 2009, con indubbi benefici in dichiarazione Unico2010.

07-01-2010 - I provvedimenti aventi rilevanza 2010 (03) - Le modifiche portate dalla Direttiva n. 2008/117/CE possono essere così riassunte: a) estensione dell’obbligo della presentazione degli elenchi INTRA anche alle prestazioni di servizio effettuate in ambito comunitario; b) obbligatorietà della presentazione per via esclusivamente telematica delle dichiarazioni INTRA beni e/o servizi riferite a periodi decorrenti dal 2010; c) eliminazione della cadenza di presentazione annuale; d) previsione di nuove soglie per determinare la periodicità di presentazione mensile/trimestrale; e) introduzione di nuove modalità per il cambio di periodicità.

04-01-2010 - I provvedimenti aventi rilevanza 2010 (02) - Il Governo, ha recepito la Direttiva UE 2008/8, introducendo così, rilevanti novità per quanto riguarda le prestazioni di servizi a partire dal 01.01.2010:
PRESTAZIONI di SERVIZI – TERRITORIALITÀ: E’ cambiata la regola generale per l’individuazione del luogo di rilevanza territoriale delle prestazioni di servizi. Il luogo dell’imposizione diviene quello in cui avviene il consumo effettivo del servizio, ed a tal fine prevede due criteri di ordine generale, a seconda della qualità del committente del servizio. Nel dettaglio, si deve distinguere tra:
● servizi resi nei confronti di soggetti passivi iva: il luogo di rilevanza territoriale ai fini Iva è quello in cui è stabilito il committente (tassazione a «destino»);
● servizi resi nei confronti di privati: le prestazioni sono rilevanti nel luogo in cui è stabilito il prestatore (tassazione all’«origine»).
Il principio di fondo che ha ispirato la nuova impostazione è stato quello di far coincidere, per quanto possibile, il luogo in cui le operazioni sono rilevanti ai fini Iva con il luogo in cui avviene il consumo effettivo del servizio; in tale ambito, dal 2010, si assisterà a una bipartizione del criterio generale, a seconda di chi è il cliente, in quanto:
● se il servizio è reso a un soggetto passivo Iva, avrà rilievo il Paese di residenza del committente stesso, il quale, tendenzialmente, dovrà autofatturare l’operazione (sulla base delle nuove regole in materia);
● se il servizio è reso a un committente privato, assumerà rilievo il Paese di residenza del prestatore.
ECCEZIONI: Sono previste eccezioni per: - beni immobili  - trasporto passeggeri - ristorazione e catering - locazione di mezzi di trasporto a breve termine - servizi per l'accesso a manifestazioni culturali - deroghe valide solo per i privati (intermediazioni, trasporto non intracomunitario e comunitario di beni, lavorazioni su beni mobili e servizi accessori, prestazioni rese tramite mezzi elettronici, telecomunicazioni e radiodiffusione, locazione di mezzi di trasporto a lungo termine) - deroghe legate al luogo di utilizzo (servizi di telecomunicazioni e radiodiffusione resi a privati, noleggio a breve termine di mezzi di trasporto, noleggio non a breve di mezzi di trasporto a privati).

02-01-2010 - I provvedimenti aventi rilevanza 2010 (01) - La compensazione del credito Iva annuale o infrannuale per importi superiori a € 10.000 annui può essere effettuata dal giorno 16 del mese successivo a quello di presentazione della dichiarazione o dell’istanza. I contribuenti che intendono utilizzare in compensazione (orizzontale per altri tributi) o chiedere a rimborso il credito Iva annuale possono non comprendere la dichiarazione Iva in quella unificata e presentarla autonomamente a febbraio per utilizzare il credito a compensazione il 16 marzo. Nulla cambia per chi utilizza credito iva da scalare dallo stesso tributo iva (compensazione verticale). I contribuenti che intendono utilizzare in compensazione il credito Iva per  importi superiori a € 15.000 annui devono chiedere l’apposizione del visto di conformità del professionista  relativamente alla dichiarazione da cui risulta il credito. Lo studio a giorni sottoscriverà idonea polizza che è propedeutica ad apporre il visto. Per compensare il credito IVA per importi superiori a € 10.000 al fine di consentire all'Amministrazione finanziaria di monitorare tale utilizzi, sarà necessario inviare i modelli F24 tramite i servizi telematici messi a disposizione dall'Agenzia delle Entrate (Entratel per coloro che usufruiscono del servizio messo a disposizione dalla Studio o FiscOnline per chi volesse adempiere direttamente).
Per importi di compensazioni inferiori o uguali a € 10.000 i modelli F24 possono essere inviati ancora anche tramite Home banking e remote banking. SANZIONI: le sanzioni per indebita compensazione passeranno dal 100 al 200% (200% sempre oltre i 50 mila euro) senza riduzioni di nessun tipo!